Scadenze

Scadenze

Scadenze

In relazione a quanto previsto dalla Direttiva 2013/37/UE sul Riutilizzo dell'informazione pubblica, la Commissione europea ha avviato con periodicità annuale un'azione finalizzata al rilevamento del grado di maturità degli open data e sullo stato di attuazione della direttiva Public Sector Information (PSI) in tutti gli Stati membri. I risultati di tale indagine vengono poi aggregati in una sezione dedicata del Portale Europeo dei Dati e illustrati attraverso l’Open data Maturity Report, che rappresenta lo strumento di riferimento per "misurare" lo stato di avanzamento delle politiche di open data e rilevarne l’impatto politico, sociale ed economico nei vari Paesi. Contestualmente, tale indagine cerca di far emergere sia eventuali best practice sia ostacoli al processo di dispiegamento degli open data, fornendo quindi uno strumento utile per migliorare l’approccio a questa importante strategia delle politiche di eGov.

In qualità di centro di competenza nazionale, l’Agenzia per l’Italia Digitale è deputata a raccogliere i dati utili per realizzare questa indagine coinvolgendo le amministrazioni a livello centrale, regionale e locale, al fine di rilevare elementi quanto più completi e dettagliati, attraverso i quali descrivere il reale stato di implementazione della direttiva PSI e di attuazione delle politiche di open data. Le indagini nazionali svolte negli anni scorsi hanno rappresentato uno degli elementi significativi  per il buon posizionamento dell’Italia nel Maturity Report.

Nel solco della continuità, anche quest'anno si vuole proporre questa indagine, prevista come azione specifica (LA21) del Piano triennale ICT 2019-2021, auspicando una fattiva partecipazione da parte delle amministrazioni.

Il questionario che segue fa riferimento agli ultimi 12 mesi e può essere utilmente compilato fino a mercoledì 8 maggio 2019.

Link al questionario

Scadenze

Attuazione dal 25.05.2018

Il Regolamento generale per la protezione dei dati personali n. 2016/679 (GDPR) è la normativa di riforma della legislazione europea in materia di protezione dei dati.

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale europea il 4 maggio 2016, è entrato in vigore il 24 maggio 2016, ma la sua attuazione avverrà a distanza di due anni, quindi dal 25 maggio 2018
Trattandosi di un regolamento, non necessita di recepimento da parte degli Stati dell'Unione e verrà attuato allo stesso modo in tutti gli Stati dell'Unione senza margini di libertà nell'adattamento. Il suo scopo è, infatti, la definitiva armonizzazione della regolamentazione in materia di protezione dei dati personali all'interno dell'Unione europea. In tal senso, quindi, non vi sarà una normativa italiana in materia, quanto piuttosto dei chiarimenti in relazione ad alcuni aspetti, ad esempio sui poteri dell'Autorità Garante nazionale

Scadenze

31 marzo 2019 - il termine dopo il quale le Pubbliche Amministrazioni potranno acquisire i nuovi servizi cloud esclusivamente nell'ambito del modello Cloud della PA

Con la determina n. 408 del 19 dicembre 2018, AGID proroga i termini per la qualificazione dei servizi cloud CSP (Cloud Service Provider) e SaaS (Software as a Service), necessaria per l’acquisizione degli stessi da parte delle amministrazioni.

Con questa proroga le Amministrazioni, dopo il 31 marzo 2019, acquisiscono esclusivamente servizi Infrastructure as a service (IaaS), Platform as a Service (PaaS) e SaaS qualificati dall’Agenzia per l’Italia digitale e pubblicati sul Marketplace Cloud della PA.

La procedura di qualificazione dei servizi cloud rientra nel percorso delineato dalle circolari AGID n.2 dedicata alla qualificazione dei servizi CSP e n. 3 relativa ai servizi SaaS, entrambe del 9 aprile 2018.

L’Agenzia ritiene così di tutelare le esigenze delle pubbliche amministrazioni di procedere con le acquisizioni di servizi cloud in corso di qualificazione da parte dei Cloud service provider, anche accogliendo le numerose richieste pervenute da parte degli stessi fornitori dei servizi.

Per supportare i fornitori di servizi nel processo di qualificazione, l’Agenzia rende disponibile fino al 31 marzo un servizio di verifica preventiva preliminare alla pubblicazione di servizi nel Marketplace Cloud della PA.

È possibile attivare il servizio di assistenza inviando una richiesta all’indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 Approfondimenti

Determina AGID n. 408 del 19 dicembre 2018

Procedura di qualificazione per i servizi cloud

Catalogo dei servizi Cloud per la PA qualificati

Ultime notizie

Torna all'inizio del contenuto