L'Agenda Digitale Europea (in breve "ADE") è stata presentata dalla Commissione Europea nel maggio 2010 con lo scopo di sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (in breve "ICT" ma vengono usati anche gli acronimi "TIC" o "ITC") per favorire l'innovazione, la crescita economica e la competitività con il digitale. L'obiettivo principale dell'Agenda è ottenere vantaggi socio-economici sostenibili grazie ad un mercato digitale unico basato su internet veloce e superveloce e su applicazioni interoperabili.

L'Agenda Digitale rappresenta una delle 7 iniziative faro individuate nella più ampia Strategia Europa2020, finalizzata ad una crescita inclusiva, intelligente e sostenibile dell'Unione.

Con una maggiore diffusione ed un uso più efficace delle tecnologie digitali, l'Europa potrà stimolare l'occupazione e affrontare le principali sfide a cui è chiamata, offrendo ai suoi cittadini una migliore qualità della vita; per esempio assicurando un migliore servizio sanitario, trasporti più sicuri ed efficienti, un ambiente più pulito, nuove possibilità di comunicazione ed un accesso più agevole ai servizi pubblici e ai contenuti culturali.

Tuttavia i benefici che i cittadini potrebbero trarre dall'uso delle tecnologie digitali sono limitati da alcune preoccupazioni inerenti la riservatezza e la sicurezza nonché dalla presenza del Digital Divide tra i territori.

L'agenda digitale contiene 13 obiettivi specifici che incapsulano la trasformazione digitale che vogliamo raggiungere. I progressi di tali obiettivi sono misurati nel quadro di valutazione annuale del digitale.

 

Link esterno al sito istituzionale: Agenda Digitale per l'Europa

Torna all'inizio del contenuto