PIANO AREE BIANCHE

 

In base alla nuova classificazione delle aree in condizini di "fallimento di mercato (aree bianche)" è stato definito un piano tecnico finalizzato:

1.    all’infrastrutturazione delle Aree Bianche (totali o parziali) dei comuni appartenenti al Cluster C con la seguenti tipologie di rete:

  • tipologia a) con reti abilitanti servizi con velocità di connessione superiore a 100 Mbit/s in downstream e ad almeno 50 Mbit/s in upstream per almeno il 70% delle Abitazioni e Unità locali al netto delle case sparse;
  • tipologia b) con reti abilitanti servizi con velocità di connessione di almeno 30 Mbit/s in downstream per almeno il 30% delle Abitazioni e Unità locali al netto delle case sparse;

2.    all’infrastrutturazione delle Aree Bianche (totali o parziali) dei comuni appartenenti al Cluster D con reti di tipologia b) abilitanti servizi con velocità di connessione di almeno 30 Mbit/s in downstream, per il 100% delle Abitazioni e Unità locali al netto delle case sparse;

3.    al collegamento in modalità Fiber to the Home di tutte le sedi della PA (centrale e locale), dei presidi sanitari pubblici, dei plessi scolastici e dei poli della ricerca e dell’innovazione e delle principali aree industriali in tutti i comuni interessati dal piano.

Le risorse necessarie e stanziate per la copertura totale delle aree bianche dei 305 Comuni della Regione Abruzzo ammontano a complessivi 133.000.000 di euro e sono a valere sui fondi:

PSR-FEASR 2007-2013     25.000.000 di euro**           Vai alla MAPPA dei Comuni

PAR-FSC 2007-2013            9.650.000 di euro*           Vai alla MAPPA dei Comuni

POR-FESR 2014-2020       19.000.000 di euro**          Convenzione MISE-Regione FESR 2014-2020

PSR-FEASR 2014-2020     10.160.000 di euro**          Convenzione MISE-Regione FEASR 2014-2020

DELIBERA CIPE 65/2015   69.948.879 di euro**

Piano Tecnico BUL fondi 2014-2020 e CIPE 65/2015  - Vai alla Mappa dei Comuni

* Intervento terminato ** Interventi in Realizzazione

 

 

Bandi finanziati con fondi provenienti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

 

PIANO ITALIA 1 GIGA

 

Questo l’obiettivo che ci si propone di conseguire con il bando della serie “Italia a 1 Giga”, pubblicato di recente su iniziativa del Ministero per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale, per incentivare il mercato a intervenire nelle cosiddette aree grigie, termine tecnico col quale si fa riferimento alle zone nelle quali si prevede l’investimento da parte di un solo operatore.

La Regione Abruzzo è inserita nel LOTTO 3 insieme alle regioni Marche, Umbria e Lazio, in cui è prevista la connessione di 609.520 numeri civici per un valore complessivo del lotto pari a 305.867.016 di euro.

l contributo pubblico coprirà fino al 70% delle spese sostenute, mentre una quota non inferiore al 30% rimarrà a carico dei beneficiari.

 

PIANO SCUOLE CONNESSE

 

Il bando “Scuole connesse” prevede interventi per connettere, con velocità simmetriche di almeno 1 Gbps, quasi 10 mila sedi scolastiche di tutto il territorio italiano suddiviso in otto aree geografiche (i cosiddetti lotti). Uno stesso soggetto potrà aggiudicarsi fino ad un massimo di quattro lotti.

Per l'Abruzzo (in aggiunta alle scuole già previste nel bando attivo Piano Scuole) saranno serviti ulteriori 240 edifici scolastici.

Finanziamento pari a 4,6 Ml di euro

 

PIANO SANITA' CONNESSA 

 

Le oltre 12 mila strutture del servizio sanitario pubblico interessate dal bando “Sanità connessa”, sono distribuite su tutto il territorio nazionale. Quest’ultimo è  suddiviso in otto aree geografiche, che saranno oggetto di intervento da parte degli operatori aggiudicatari della gara. Uno stesso soggetto potrà aggiudicarsi fino ad un massimo di quattro lotti.

Per l'Abruzzo saranno servite 271 strutture sanitarie del territorio (Presidi ospedalieri, consultori, RSA, ...)

Finanziamento pari a 11,2 Ml di euro

 

shithd.com
pornjav.org
bdsm-slave.org
scatlife.net
Torna all'inizio del contenuto
shithd.com
pornjav.org
bdsm-slave.org
scatlife.net