Focus

 

Il Piano Voucher per le famiglie meno abbienti (fascia ISEE fino a 20.000 euro) è un intervento di sostegno alla domanda di servizi di connettività a banda ultralarga ad almeno 30 Mbit/s in download (Piano Voucher – Fase I).

Il Piano è stato avviato nel contesto dell’emergenza sanitaria da Covid-19, durante la quale è emerso come i collegamenti internet a banda ultralarga costituiscano il presupposto per l’esercizio di diritti essenziali, costituzionalmente garantiti, come i diritti allo studio e al lavoro. 

Riferimenti normativi

La misura di incentivazione della domanda è coerente con la Strategia Italiana per la Banda Ultralarga, che detta i principi in base con i quali sono adottate le iniziative pubbliche a sostegno dello sviluppo delle reti a banda ultralarga in Italia, ed è finanziata con i Fondi Sviluppo e Coesione (FSC) relativi al periodo 2014-2020, come previsto dalle delibere CIPE n. 65/2015, n. 6/2016 e n. 71/2017. 

L’intervento è stato approvato con decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 7 agosto 2020, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 243 del 1° ottobre 2020. 

Attuazione del piano

Il Ministero dello Sviluppo Economico, con decreto del 7 agosto 2020, ha affidato l’attuazione del piano a Infratel Italia, società in-house del MiSE. 

La prima fase di intervento, finanziata con 200 milioni di euro, riguarda le famiglie meno abbienti prive del tutto di servizi di connettività, ovvero con servizi di connettività inferiori a 30 Mbit/s. 

Il Governo ha, infatti, ritenuto necessario procedere con la massima urgenza all’attuazione di tale misura in favore delle famiglie con minori disponibilità economiche, al fine di fronteggiare gli effetti dell’emergenza sanitaria con particolare riguardo alla necessità di garantire servizi di connessione idonei a dare continuità alle attività scolastiche e lavorative dei componenti di tali famiglie. 

Servizi

Per tali famiglie viene erogato un voucher per il passaggio alla migliore connettività disponibile presso le rispettive abitazioni. Al fine di garantire non solo l’accesso ma anche l’uso efficiente delle risorse e degli applicativi della rete, ai beneficiari sono offerti, oltre ai servizi di connettività ad almeno 30 Mbit/s, anche i dispositivi necessari per fruire di tali servizi, i.e. tablet o personal computer.

Ai beneficiari è quindi riconosciuto un contributo massimo di 500 euro, sotto forma di sconto sia sul prezzo di vendita dei canoni di connessione internet in banda ultralarga per un periodo di almeno dodici mesi, sia sulla fornitura dei relativi dispositivi elettronici (tablet o personal computer).

Modalità operativa

Per partecipare alla misura, gli operatori di telecomunicazioni devono preventivamente registrarsi sul Portale dedicato al voucher, attivato appositamente da Infratel Italia.

Per l’attivazione dei servizi a banda ultralarga e la fornitura di PC o tablet, gli utenti finali, beneficiari del voucher, devono interfacciarsi direttamente con gli operatori (che si saranno preventivamente registrati al portale) utilizzando i consueti canali di vendita.

Si riportano di seguito le informazioni relative all’attuazione della misura:

Durata del Piano

Il Piano Voucher per famiglie meno abbienti (Fase 1) avrà durata fino a esaurimento delle risorse, comunque non oltre un anno dall’avvio dell’intervento (novembre 2020).

shithd.com
pornjav.org
bdsm-slave.org
scatlife.net
Torna all'inizio del contenuto
shithd.com
pornjav.org
bdsm-slave.org
scatlife.net