Notizie
Regione
Abruzzo
Agenda
Digitale

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Non viene fatto uso di cookie per le informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati cookie persistenti di alcun tipo ovvero sistemi per il tracciamento utenti. Se vuoi consultare la cookie policy clicca sul link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Consulta la nostra pagina sui cookie policy.

BUL Regione AbruzzoIl 22 marzo presso la sede della Provincia dell’Aquila si è tenuto il Tavolo tecnico sulla Banda Ultra Larga con la partecipazione degli attori istituzionali coinvolti per la risoluzione delle problematiche del territorio aquilano.

All’evento erano presenti la Provincia dell'Aquila, la Regione Abruzzo, Infratel Italia società in-house del Ministero dello Sviluppo Economico, Open Fiber, Ancitel s.p.a. la società dei servizi per i comuni dell’ANCI, Leganet s.r.l. società partecipata della lega delle Autonomia Locali, i sindaci/rappresentanti di Bugnara, Carsoli, Collelongo, Scoppito, Tornimparte in rappresentanza delle aree interessate.

I Comuni interessati dai lavori per linstallazione della banda ultra larga sono oltre 34 e hanno ribadito la necessità di condividere, con gli enti attuatori, le modalità esecutive del progetto, ritenendo l’iniziativa, indispensabile per una crescita economica e sociale delle popolazioni residenti nelle aree interne.

Il Tavolo ha definito che per l'ottimizzazione delle risorse e l'attuazione di interventi paralleli la Provincia dell’Aquila concerterà, con l’ente attuatore dell’intervento, un cronoprogramma che fissi i lavori per il passaggio delle infrastrutture ottiche prima degli interventi previsti dal piano di programmazione della viabilità, che contempla un utilizzo di spesa pari a 11 milioni di euro da impiegare nella sistemazione delle strade provinciali.

Per approfondimenti vai al sito del progetto Crescita digitale in comune

0
0
0
s2sdefault