Ambiti Strategici

La crescente richiesta di dati e servizi interoperabili in ambienti distribuiti impone collegamenti sempre più affidabili e con elevate capacità trasmissive e centri di elaborazione dati sempre più sicuri ed efficienti.

 

BANDA ULTRA LARGA

Per questo ricadono in quest’ambito gli interventi volti alla “riduzione del digital divide infrastrutturale”, attraverso lo sviluppo della banda ultra larga per la Regione Abruzzo, la diffusione del “Wi-Fi pubblico”, l’infrastrutturazione in “fibra ottica delle Zone Industriali e delle sedi della Pubblica Amministrazione centrale e locale”, la concessione in uso delle risorse della rete regionale ad operatori di telecomunicazioni, il tutto finalizzato all’erogazione del servizio in banda ultra veloce ai cittadini e alle imprese.

In coerenza con gli obiettivi fissati dall’Agenda Digitale Europea, l’obiettivo della Regione è quello di assicurare la connettività a 30 Mbps al 100% dei cittadini e la disponibilità del servizio a 100 Mbps al 50% delle famiglie entro il 2020.

 

DATA CENTER PUBBLICI (DISASTER RECOVERYBUSINESS CONTINUITY E CYBER SECURITY)

In questo ambito completano il quadro gli interventi volti alla “razionalizzazione e al consolidamento dei Data Center pubblici”, al miglioramento della sicurezza e alla continuità operativa dei sistemi

I principali obiettivi del piano sono:

  • adeguare il Data Center primario alle linee guida dell’AgID per quanto attiene al Disaster Recovery;
  • adeguare, in base alle risorse disponibili, il Data Center secondario per il Disaster Recovery e la Continuità Operativa;
  • utilizzare infrastrutture già esistenti di altre PA regionali per garantire il Disaster Recovery;
  • creare un centro unico di controllo e gestione tale da garantire la maggiore effucienza in termini di controllo e sicurezza dei dati.

 

COMMUNITY CLOUD

Le reti e le infrastrutture devono svilupparsi in modo coordinato e sinergico per supportare efficacemente l’evoluzione verso architetture e servizi Cloud, garantendo la connessione veloce ai cittadini, alle sedi nodali della Pubblica Amministrazione, della Sanità regionali, della Scuola e ai poli della ricerca e dell’innovazione.

 

WI-FI PUBBLICO

La diffusione del Wi-Fi pubblico incentiverà l’accesso ai nuovi contenuti e servizi digitali.

Ambiti Strategici

LA DIGITALIZZAZIONE DEI PROCESSI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

La Regione Abruzzo ha già messo in atto una serie di azioni che stanno indirizzando verso un sistema informativo integrato regionale che riesca a mettere a disposizione, all’Ente Regione e a tutti gli Enti Locali del territorio, un insieme di soluzioni e servizi che supportino il funzionamento interno degli uffici e le funzioni di sportello. E’ tuttavia necessario ulteriormente investire sulle tecnologie abilitanti trasversali, sull’interoperabilità dei sistemi e delle basi informative, sulla dematerializzazione dei procedimenti e dei flussi documentali, sullo sviluppo di sistemi direzionali capaci di supportare processi decisionali basati sulla conoscenza.

L’obiettivo primario è la completa digitalizzazione dei processi amministrativi, dalla gestione delle pratiche alla produzione dei documenti digitali, attraverso l’adozione di procedure, automatizzate, che consentano di affrancare l’attività amministrativa dall’utilizzo di documenti e strumenti analogici mediante l’adozione di documenti e strumenti digitali che garantiscano un pari, se non superiore, livello di efficienza, affidabilità e certezza giuridica dell'intero iter.

Tale obiettivo di trasformazione, che implica un sostanziale e improrogabile intervento di reingegnerizzazione dell’attività amministrativa, volto alla definitiva dematerializzazione documentale ed effettiva semplificazione amministrativa, prende le mosse senz’altro dalla compiuta mappatura dei processi e strutturazione delle tipologie documentali associate ai procedimenti oltre che dall’effettiva implementazione delle soluzioni delle TIC in ambito amministrativo. Inoltre, in parallelo, è necessario prevedere un’adeguata crescita delle competenze attraverso un mirato piano di formazione che coinvolga tutti i livelli del personale della pubblica amministrazione tale da garantire un elevato livello di conoscenza e di efficienza.

 

SERVIZI DIGITALI INTEGRATI ED INTEROPERABILI

E' necessario promuovere un cambiamento culturale nell’ambito della pubblica amministrazione, basato su modelli operativi, strumenti e tecnologie che permettano alle Amministrazioni di essere semplici, veloci, aperte e “trasparenti”, mettendo i cittadini e le imprese al centro dell’intero processo. L’obiettivo è ampliare l’offerta di servizi on line sempre più evoluti, integrati a livello regionale e interoperabili, per consentire ai cittadini e alle imprese di interagire con la Pubblica Amministrazione centrale e locale via internet attraverso un canale unico, di immediato accesso e facile utilizzo. All'interno di tale azione rientra anche la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico, che si ottierrà effettuando una forte razionalizzazione delle basi dati del sistema informativo regionale, infatti i dati pubblici stanno assumendo un ruolo sempre più centrale in termini di stimolo dell’economia digitale, sviluppo dell’innovazione e trasparenza amministrativa.

 

SISTEMA UNICO DI LOGIN

L’accesso ai servizi on-line offerti dalla Pubblica Amministrazione dovrà avvenire attraverso il Sistema unico di Login, integrato con il Sistema Pubblico di Identità Digitale nazionale (SPID), e garantire livelli di sicurezza progressivi in base alla tipologia di dati trattati. Dovrà essere indipendente dal dispositivo utilizzato, improntato alla fluidità e semplicità di utilizzo e navigazione, in conformità alle regole di accessibilità e porre l’esperienza dell’utente al centro dell’intero processo.

Link esterno: Sito istituzionale SPID

 

ANAGRAFE NAZIONALE POPOLAZIONE RESIDENTI (ANPR)

L’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR) è uno dei progetti strategici dell’Agenda Digitale nazionale. Obiettivo del progetto, coordinato dal Ministero dell’Interno con il supporto tecnico di SOGEI, è quello di superare l’attuale frammentazione delle basi dati delle anagrafi comunali realizzando un’unica banca dati anagrafica centralizzata che agevolerà l’aggiornamento e la condivisione dei dati fra gli enti e l’integrazione dei servizi a livello nazionale. A livello regionale verranno effettuati tutti gli interventi necessari ad adeguare le soluzioni e i servizi del sistema informativo al sistema ANPR.

Link esterno: Sito istituzionale ANPR

Ambiti Strategici

Obiettivo di quest’ambito di intervento è sviluppare a livello regionale un ambiente favorevole allo sviluppo ed utilizzo delle TIC in maniera “intelligente” da parte delle imprese. In particolare, mentre le grandi imprese si stanno muovendo autonomamente per sfruttare i vantaggi offerti dalle TIC, le PMI non hanno ancora la forza per sostenere da sole questo cambiamento. In questo contesto è importante che la Pubblica Amministrazione semplifichi le regole e i processi, predisponga strumenti e misure utili a rendere il territorio attraente, innovativo e competitivo favorendo la creazione di impresa, lo sviluppo di nuove idee, la circolazione della conoscenza, e la valorizzazione di nuove competenze e l’innovazione del tessuto sociale.

 

COMMERCIO ELETTRONICO, MANIFATTURA DIGITALE E SERVIZI DI CLOUD COMPUTING PER LE IMPRESE

Vanno pertanto promossi investimenti volti all’introduzione di soluzioni tecnologiche innovative ICT nel settore produttivo, con particolare riferimento al commercio elettronico, al cloud computing, alla manifattura digitale e alla sicurezza informatica, al fine di migliorare i diversi ambiti dei processi aziendali, dalle forniture alla produzione e distribuzione, fino, in maniera più indiretta al marketing.

Inoltre è necessario porre particolare attenzione agli investimenti in ambiti tecnologici innovativi, considerati ad alto valore aggiunto sia dal punto di vista economico che tecnologico, in grado di rivitalizzare e diversificare un sistema industriale a bassa produttività e scarsa crescita.

Tale percorso di cambiamento e crescita si svolge in maniera integrata con la S3 – Strategia di Specializzazione Intelligente - la quale si fonda su una visione globale delle criticità e potenzialità del sistema economico regionale. Dalle analisi di contesto emergono infatti alcuni aspetti caratterizzanti il tessuto economico regionale che al tempo stesso rappresentano le sfide su cui la politica industriale e della ricerca deve concentrarsi per ottenere dei cambiamenti concreti: eccellenza scientifica e della formazione, alta capacità innovativa, alta intensità manifatturiera.

I cambiamenti attesi come risultato della strategia di specializzazione sono due: (a) il consolidamento produttivo e riposizionamento delle realtà industriali e produttive regionali verso segmenti di filiera a maggior valore aggiunto e distintive del tessuto economico regionale; e (b) il cambiamento del sistema produttivo economico regionale verso nuovi ambiti capaci di generare nuova occupazione, nuovi mercati, industrie, sia partendo da settori “tradizionali” che ad alto contenuto tecnologico.

In entrambi casi il cambiamento sarà innescato da investimenti in innovazione, favorendo processi collaborativi con il mondo dell’Università e della ricerca e la contaminazione con le Key Enabling Technolgies (KETs), al fine di rispondere alle sfide sociali emergenti. In modo complementare l’Amministrazione regionale intende sostenere la creazione ed ampliamento di capacità avanzate per supportare gli investimenti tecnologici e consolidare in chiave innovativa le PMI. In tale contesto è infatti importante stimolare ed agevolare lo sviluppo di soluzioni e servizi che il mercato e/o il settore pubblico stentano a soddisfare.

Per ogni priorità di intervento della S3 si andranno ad innestare azioni legate al digitale identificabili come dirette, indirette o di contesto. Ogni azione concorre all’implementazione delle priorità metodologiche d’intervento, finalizzate al raggiungimento dei cambiamenti attesi così riassumibili:

  • sviluppare la collaborazione e la sinergia tra imprese e tra imprese e le strutture scientifiche, aumentando qualità e diffusione dell’innovazione;
  • diretto: azioni che intendono supportare direttamente e in maniera vincolata le Aree di Specializzazione e le relative traiettorie di sviluppo;
  • indiretto: azioni che pur non vincolate alle Aree S3, supportano le misure dirette a sostegno della Ricerca, Innovazione e Sviluppo del sistema economico regionale;
  • di contesto: azioni finalizzate a rafforzare la competitività ed il contesto regionale, risultando complementari e di stimolo all’attuazione anche prospettica della S3, ma non ad essa direttamente collegate.

Le azioni dirette si possono identificare nello sviluppo, completamento e/o up-grading delle infrastrutture a banda ultra larga nelle zone a fallimento di mercato, ma anche nelle zone rurali e nelle aree più sviluppate finanziate nei programmi POR FESR 2014-2020 e PSR 2014-2020 e in azioni per il potenziamento dei percorsi di istruzione e formazione superiore e di alta formazione, finanziate dal programma POR-FSE, capaci di soddisfare i fabbisogni espressi dal tessuto produttivo.

 

SUAP - SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE

Obiettivo del Portale SUAP regionale è promuovere un nuovo paradigma di comunicazione fra PA e imprese.

Il portale SUAP e i relativi strumenti sono messi gratuitamente a disposizione dei Comuni singoli e associati, che intendono usufruire dei relativi servizi. L'adesione al portale è volontaria e gratuita. Alcuni Comuni aderiscono al SUAP della Regione Abruzzo, altri si avvalgono dei servizi del portale delle Camere di commercio, altri ancora sono organizzati con un portale autonomo. Al momento sono associati al “SUAP in Rete” diversi Comuni della Regione Abruzzo e il portale mette a disposizione una banca dati unificata e standardizzata a livello regionale implementata con procedimenti gestiti completamente online.

E’ ora necessario evolvere e diffondere il modello e gli strumenti di supporto allo Sportello unico, attraverso lo sviluppo di nuove funzionalità di front-office e di back-office e l’integrazione con i sistemi informativi delle amministrazioni. Obiettivo, in coerenza con l’Agenda per la semplificazione nazionale, è rendere il servizio sempre più efficiente e favorire l’interscambio e le comunicazioni amministrative con il settore produttivo per ridurre tempi e costi per l'avvio e l'esercizio delle attività di impresa e assicurare la certezza degli adempimenti.

 

MUDE - MODELLO UNICO DIGITALE PER L'EDILIZIA

Si rivolge a professionisti, committenti pubblici e privati ed Enti locali.

Lo Sportello OnLine “MUDE – Genio Civile” del Servizio del Genio Civile regionale è diretto a fornire a coloro che hanno interesse l`accesso a tutte le informazioni concernenti gli adempimenti necessari per accedere alle procedure ed inviare telematicamente le richieste di “autorizzazione sismica” e di “deposito sismico” ai sensi della legge regionale 11 agosto 2011, n. 28 (LR 28/2011) e del Regolamento attuativo n. 3 del 05.08.2015.

Lo sportello telematico è lo strumento in grado di consentire un più omogeneo svolgimento delle funzioni e dei compiti di competenza regionale in materia di controllo e vigilanza dell’attività edilizia in zona sismica, imposta dal DPR 380/2001 e recepita dalla LR 28/2011. La piattaforma telematica permette la semplificazione/unificazione dei relativi procedimenti su tutto il territorio regionale, garantendo a tutti gli interessati la possibilità reale di avere informazioni e dati continuamente aggiornati presso strutture unificate e facilmente accessibili tramite idonei strumenti telematici. L’utente, inoltre, ha la possibilità di visionare le domande di autorizzazione/deposito presentate, lo stato del loro iter procedimentale, nonché tutte le informazioni utili e gli avvisi disponibili per l’argomento.

Link al servizio: Servizio on-line - Modello Unico Edilizia

Ambiti Strategici

Le competenze sono fondamentali non solo per sviluppare innovazione, ma anche per aumentare la capacità di assorbirla e rappresentano la cifra della competitività delle imprese e dei territori. La cultura dell’innovazione genera a propria volta domanda di competenze specifiche e di capacità abilitanti, necessarie all’attuazione e al continuo miglioramento dei risultati.

Nell’ambito dell’Agenda Regionale, lo sviluppo delle competenze digitali rappresenta un fattore strategico e di supporto all’ideazione, implementazione e utilizzo di servizi ICT innovativi e allo sviluppo di nuovi modelli operativi.

 

ABBATTIMENTO DEL DIVARIO DIGITALE CULTURALE

Al fine di superare il gap di competenze digitali che ancora penalizza la popolazione nazionale, l’Agenzia per l’Italia Digitale ha lanciato l’iniziativa “Coalizione nazionale per le competenze digitali”, che si inquadra nell’ambito del progetto europeo “Grand coalition for Digital Jobs”. La Coalizione Nazionale per le Competenze Digitali mira a sviluppare l’alfabetizzazione digitale e favorire una diffusa consapevolezza sull’innovazione tecnologica nel paese, con particolare riguardo alle nuove professioni e al mondo delle piccole imprese. La Coalizione si fonda sulla collaborazione tra istituzioni, a livello nazionale e territoriale, mondo delle imprese e dei professionisti, mondo dell’educazione, organizzazioni sindacali, associazioni e organizzazioni della società civile.

In linea con l’iniziativa nazionale, l’Agenda Digitale Regionale considera prioritario promuoverne un’offerta coordinata ed organica di servizi di formazione permanente sui temi ICT a beneficio di PA, cittadini e imprese, supportata da strumenti (piattaforma e servizi collegati) fruibili da tutti gli attori del sistema formativo in regione.

 

PROMOZIONE DELL'UTILIZZO DELLE NUOVE TECNOLOGIE (PIATTAFORME DI APPRENDIMENTO APERTE)

E’ necessario promuovere percorsi di crescita delle competenze ICT nell’ambito della Pubblica Amministrazione, delle imprese e dei cittadini. Obiettivo è formare una comunità di utenti capaci di accogliere e mettere pienamente a frutto il potenziale delle nuove tecnologie, incentivando così la richiesta di servizi innovativi e generando un processo virtuoso nel quale domanda e offerta di servizi digitali crescono parallelamente e si influenzano reciprocamente.

Interventi di formazione permanente, integrati e coordinati sul territorio, in presenza e da remoto (e-Learning), supportati da piattaforme adeguate, consentiranno di ridurre il gap di competenze digitali, che riguarda in particolare le fasce anziane della popolazione e che rappresenta una delle principali espressioni del divario digitale.

 

Link esterno: Sito istituzionale sulle Competenze Digitali

Ambiti Strategici

Le tecnologie dell’informazione e della comunicazione sono fondamentali ed abilitanti per lo sviluppo di un Territorio Smart. Il modello a tendere è quello di un ecosistema di sensori, dati e servizi interoperabili ed interagenti capace di rendere più efficienti i servizi offerti dalla PA, di favorire lo sviluppo di nuovi servizi da parte di operatori privati e di supportare la comunicazione e la collaborazione in rete fra PA, cittadini, imprese, mondo dell’Università e della ricerca.

 

TURISMO DIGITALE ED INFO-MOBILITÀ

Servizi integrati, fruibili tramite differenti dispositivi, aiuteranno a migliorare l’accesso al trasporto pubblico (info-mobilità)faciliteranno l’accesso alle strutture turistiche e per il tempo libero e la fruizione del patrimonio culturaleartistico e ambientale.

Link al servizio: Portale del Turismo della Regione Abruzzo

Link al servizio: Portale cultura della Regione Abruzzo

Link al servizio: SITRA - Sistema Informativo Turistico Regione Abruzzo

Link al servizio: TUA - Orari e costi

 

IL BIG-DATA

Per un rapido sviluppo di tali servizi sono indispensabili grandi quantità di dati, di qualità elevata, multisettoriali, liberamente accessibili ed utilizzabili per sviluppare servizi e APP innovative. Ricadono quindi in quest’area le iniziative e i progetti volti allo sviluppo degli Open Data in ambito regionale.

Link al servizio: Portale Open Data Regione Abruzzo

Link al servizio: Geoportale Regione Abruzzo

 

SISTEMA DIGITALI PER L'AMBIENTE

Rientra fra gli obiettivi dell’Agenda Digitale Regionale anche l’avvio di progetti secondo il paradigma IoT (Internet of Things) applicato al tracciamento merci, al monitoraggio energetico delle sedi PA e degli impianti di illuminazione pubblica, alla riduzione dell’inquinamento atmosferico, ai sistemi di videosorveglianza.

Link al servizio: Portale Regionale Ambiente (procedure VIA - VA)

Link al servizio: Allerta meteo Regione Abruzzo - Protezione Civile

Link ai servizi: Portale ARTA - Agenzia Regionale per la Tutela dell'Ambientale 

 

Torna all'inizio del contenuto