SALUTE DIGITALE
Regione
Abruzzo
Agenda
Digitale

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Non viene fatto uso di cookie per le informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati cookie persistenti di alcun tipo ovvero sistemi per il tracciamento utenti. Se vuoi consultare la cookie policy clicca sul link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Consulta la nostra pagina sui cookie policy.

Rientrano in quest’ambito gli interventi delle Amministrazioni operanti nel settore della Sanità a livello centrale, regionale e locale che si pongono il comune obiettivo di digitalizzare il ciclo prescrittivo, realizzare una soluzione federata per il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) del cittadino e aumentare il tasso di innovazione digitale nelle aziende sanitarie, compresi servizi on-line tesi ad agevolare la comunicazione fra strutture sanitarie e cittadini.

Si tratta di un quadro di interventi complesso che segue e si conforma alle linee guida dettate dalle leggi regionali, dall’Agenda Digitale Italiana e dal Patto per la Crescita 2014-2016.

In conformità a quanto emerso dalle analisi statistiche, una delle principali sfide con cui la sanità regionale dovrà confrontarsi nel prossimo futuro è strettamente collegata alle dinamiche demografiche del territorio: crescita senza precedenti nel numero degli ultra-sessantenni e della loro incidenza sulla popolazione della regione, progressivo incremento delle malattie croniche, crescente domanda di servizi sanitari e assistenziali con i vincoli di bilancio esistenti, necessità di attuare un coordinamento integrato per garantire una migliore assistenza e continuità delle cure e rendere più efficiente ed efficace la prevenzione, la riabilitazione e il monitoraggio sulle principali cause di malattia.

Situazione che va affrontata attraverso la ridefinizione e riorganizzazione dell’offerta di servizi sanitari ai relazione ai nuovi bisogni di salute, ad una maggiore diffusione delle capacità di diagnosi preventiva di determinate patologie e ad una migliore qualità della ricerca del settore. La digitalizzazione dei processi e dei servizi in ambito socio sanitario rappresenta, in tale contesto, un imprescindibile elemento di facilitazione e supporto.

 

Interoperabilità ed integrazione dei sistemi informativi sanitari

Lo sviluppo coordinato del sistema informativo sanitario ad ogni livello di organizzazione delle strutture sanitarie e delle direzioni regionali preposte, ha consentito di mettere le basi di un ecosistema di funzionalità a supporto dell’operatività della sanità regionale e un patrimonio informativo estremamente rilevante. E’ ora necessario puntare alla completa integrazione e interoperabilità dei sistemi informativi sanitari, aziendali e ospedalieri, attraverso la diffusione di tecnologie cloud e la definizione di standard per la raccolta e il trattamento dei dati sanitari, nonché alla elaborazione degli stessi tramite sistemi di business intelligence. Tali attività devono tenere conto della Riforma attualmente in corso a livello regionale che, ridisegnando le strutture e i processi nell’ambito del Sistema Sanitario Regionale (SSR), ha importanti riflessi anche sui Sistemi Informativi. In questo contesto, che vede il potenziamento delle cure primarie e l’articolazione della rete ospedaliera, la sanità digitale può svolgere un ruolo chiave nell’evoluzione dei modelli assistenziali, di quelli organizzativi e come fattore abilitante per la loro realizzazione. Lo sviluppo di servizi digitali in sanità è lo strumento per garantire la continuità di cura e la semplificazione dei rapporti con i Cittadini mediante lo sviluppo di una rete integrata che consenta l’accesso ai servizi da casa, negli studi dei Medici di medicina generale, dei Pediatri di libera scelta e nelle strutture per i servizi socio sanitari.

Obiettivo fondamentale diventa pertanto la comunicazione agli assistiti in relazione alla propria salute:

  • informando il cittadino grazie alla disponibilità di dati e di altri supporti informativi;
  • coinvolgendo il cittadino con l’accesso ai suoi dati sanitari, alle modalità amministrative di accesso alle cure, riducendo l’accesso fisico agli uffici/reparti;
  • rendendo autonomo il cittadino per quanto riguarda la comunicazione con i servizi ed erogatori pubblici e privati;
  • consentendo al cittadino un ruolo attivo all’interno dei servizi e dell’assistenza, partecipando alla cogestione della malattia, utilizzando gli stessi dati e formati del personale sanitario;
  • supportando la comunità fornendo le informazioni dell'assistenza erogata, centrata sul paziente a domicilio mettendo a disposizione una struttura operativa e strumenti tecnologici per comunicare e gestire il paziente a domicilio.

 

Telemedicina e servizi al cittadino

Un’attenzione particolare verrà posta allo sviluppo di servizi innovativi rivolti al paziente/assistito infatti l’Internet delle cose, applicato al contesto sanitario con l’utilizzo di dispositivi elettromedicali innovativi e sistemi di sensori in grado di connettersi tra di loro in rete agevolando la comunicazione a distanza fra paziente e operatori sanitari, apre scenari di notevole interesse, quali telemedicina, tele-monitoraggio e teleconsulto, che vedono l’assistito quale parte attiva nella propria cura/prevenzione. In questo panorama l’mHealth, che rappresenta la naturale evoluzione tecnologica dell’eHealth (sanità elettronica), può portare consistenti benefici in termini di riduzione dei costi e di miglioramento della qualità dei servizi rivolti agli assistiti.

La Regione, in linea con la Strategia italiana per la crescita digitale, include nella propria Agenda le azioni inerenti il Fascicolo Sanitario Elettronico, la Prescrizione e la Dematerializzazione delle ricette ed i Servizi al cittadino, con specifico riguardo alle Prenotazioni ed all’accesso ai referti on-line nonché́ la misurazione e monitoraggio del Tasso di Innovazione Sanitaria delle Aziende Sanitarie e l’introduzione della Cartella Clinica all'interno di ogni struttura sanitaria.

Link esterno: Portale Sanità Regione Abruzzo

0
0
0
s2sdefault